Schopenhauer

Schopenhauer
Il tuo voto

Arthur Schopenhauer

Schopenhauer picture

Schopenhauer

Arthur Schopenhauer nasce a Danzica il 22 Febbraio 1788 da famiglia di facoltosi commercianti. La madre scrittrice gli trasmise la passione per la lettura e lo studio. Dopo il suicidio del padre si stabilì a Weimar con la madre. Studiò filosofia a Berlino e Gottinga. Per i sui docenti Schulze e Fichte nutrì una profonda avversione, sentendosi completamente in disaccordo con il loro pensiero. Insegnerà egli stesso a Berlino, ma le sue lezioni furono pressoché deserte, disertate dagli studenti per seguire quelle di Hegel, per il quale Schopenhauer provò disprezzo nell’arco di tutta la sua vita.

Il suo pensiero  trova ispirazione nella filosofia Illuminista, nel Romanticismo e nel  Kantismo.
Fu notevolmente influenzato dalle dottrine orientali, particolarmente quella Induista e Buddhista. Bramanesimo e Buddismo sono basate su un forte legame tra uomo e natura. Esse collegano strettamente l’essere umano al mondo animale. Lo stesso Schopenhauer era convinto dell’ importanza del rapporto tra uomo e natura. Era un acceso sostenitore dei diritti degli animali, mangiava pochissima carne e possedeva un cane al quale era molto legato. Quel cane si chiamava Atma, che  in sanscrito significa «anima del mondo», ma quando faceva arrabbiare il suo padrone allora veniva chiamato Mensh, che  in tedesco significa «umano».

Schopenhauer elabora una filosofia improntata su un forte pessimismo. Secondo il filosofo,i desideri emotivi dell’uomo, oltre che quelli fisici e sessuali, mai possono essere rimossi. La condizione umana è quindi destinata ad una esistenza ineluttabilmente dolorosa.

Celibe per convinzione e misogino nonostante le molte relazioni, Schopenhauer manifestò sempre un forte disagio nelle relazioni e nei contatti umani.
Per Schopenhauer l’amore è un inganno della natura, creatosi per la necessità di conservare la specie.

Alcuni dei sui aforismi più noti:

“Nessun animale si stupisce di esistere, tranne l’uomo”

“L’amore è il grande agguato che la natura ha teso agli uomini per diffonderne la specie.”

“Un alto grado di intelligenza  rende un uomo asociale.”

“Chi scrive per gli stupidi è sempre sicuro di avere un vasto pubblico.”

“C’è un unico errore innato, ed è quello di credere che noi esistiamo per essere felici.”

“Desiderare l’immortalità è desiderare la perpetuazione in eterno di un grande errore.”

“Tutti gli uomini vogliono vivere, ma nessuno sa il motivo per il quale  vive.”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi