opinioni di un clown

Opinioni di un Clown. Recensione del libro

In Libri da leggere assolutamente nella vita by moderatoreLeave a Comment

Un romanzo da leggere. Duro e provocatorio, nel racconto dell’umana ipocrisia e del trasformismo di massa.

Opinioni di un Clown è un romanzo dello scrittore tedesco Heinrich Böll. Il libro è ambientato in Germania, nel periodo successivo alla seconda guerra mondiale.
La popolazione tedesca, sembra non aver avuto difficoltà nel cambiarsi velocemente l’abito. È come se il nazismo, e insieme a lui l’ignobile ideologia antisemita, non siano mai appartenuti a quel popolo.
L’opera è una brutale denuncia nei confronti di una borghesia ipocrita e trasformista. Lo specchio di una classe sociale che ha riposto la svastica per necessità e opportunismo. Occupata a lanciarsi ora nello sviluppo economico di un paese in piena ricostruzione e dalle grandi potenzialità.
L’autore utilizza l’esempio eclatante di un comportamento di massa, allo scopo di rivelare quanto falsità, volubilità e cattiveria, siano in realtà insite nell’animo di ciascuno di noi.
Opinioni di un Clown è un capolavoro immenso. Un romanzo pungente e provocatorio, un’opera di denuncia morale che cagiona profonde riflessioni.

Opinioni di un Clown – Riassunto

La storia racconta gli avvenimenti accaduti lungo un arco temporale di circa tre ore, nell’anno 1962 a Bonn.
Hans è un giovane che per passione decide di guadagnarsi da vivere facendo il clown. L’ultima sua esibizione è un disastro, non solo il ragazzo si è infortunato sul palco, ma non riesce nemmeno a far più ridere il pubblico. Nella disperazione si rinchiude nel suo appartamento. Qui, nello sconforto più completo, inizia una serie di conversazioni che appaiono deliranti e rabbiose, ma allo stesso tempo lucide e inconfutabili. Pensieri sinceri, offensivi,  provocatori e coerenti. Hans vomita rabbia e ingiuri, contro un sistema reo di abbandonarsi al trasformismo, alla falsità morale e intellettuale.

Tutto nasce quando il giovane Hans viene lasciato dalla sua amata ragazza. Marie, la sua ex ragazza, è una giovane e fervente cattolica, che inizialmente condivideva l’astio nei confronti di una una borghesia che è rispettabile solo all’apparenza. Eppure la sua amata decide di sposare proprio uno di quei cattolici borghesi. Un affronto e un tradimento che ora divora il ragazzo.

Questo tradimento gli provoca la necessità di fermarsi a ragionare sulla sua vita, e sulle relazioni sentimentali che l’hanno segnata. Il rapporto con una sorella scomparsa durante la guerra, un padre ricco in fortuna ma povero in sentimenti. Una madre ipocrita, che inizialmente lotta per salvare la Germania dal nemico giudeo, ma poi si dedica alla riappacificazione sociale.
E cosi che quella sera, tra la cucina, il bagno e il salotto, ripercorre  la sua vita, parla con i genitori, insulta persone e si abbandona all’autocommiserazione.

Heinrich Böll

Lo scrittore è considerato uno dei massimi esponenti della letteratura tedesca del dopoguerra. Noto per la sua avversità al regime nazista, è autore di innumerevoli romanzi e opere letterarie. Opinioni di un clown è uno dei romanzi che hanno riscosso più successo. Il libro fu pubblicato in Italia a metà degli anni 60. Nel 1972 lo scrittore vinse il premio Nobel per la letteratura.

Leave a Comment