infinito viaggiare libro magris

L’infinito viaggiare – Libro

In Libri che parlano del viaggio by moderatoreLeave a Comment

Un libro sulla natura del viaggio

Nel suo libro Infinito viaggiare, lo scrittore Claudio Magris perlustra l’immensa profondità del significato del mettersi in viaggio.
Il viaggiatore e il viaggio sono multiformi, come l’istinto o la necessità che ci porta a muoverci. I tempi e le esigenze sono cambiati, cosi come la nostra maniera di peregrinare; secondo l’autore il viaggio vero è quello che ci porta a non arrivare mai.

Il viaggio moderno è incalzante e incalzato, frenesia del movimento da lavoro che comunque chiamiamo viaggio. Poi vi è il viaggiatore pseudo-intellettuale, che parte un giorno definito, per ritornare dopo un tempo già determinato. Egli pensa in questo modo di capire, di potersi fondere nell’esperienza del viaggio, nelle culture e nei luoghi. Secondo Magris vera negazione della sosta e del vagabondare, ma una sorta di eiaculazione precoce del viaggiatore.

Tratto dall’infinito viaggiare

“Viaggiare è viaggiare per il gusto di farlo, per superare confini e accettare la sfida di sentirsi estranei ad un luogo, ad una cultura, ad una lingua, per poterne fare esperienza e sentirla più vicina, correndo il rischio pure di non ritrovarcisi.”

“Chi viaggia è sempre un randagio, uno straniero, un ospite; dorme in stanze che prima e dopo di lui albergano sconosciuti, non possiede il guanciale su cui posa il capo né il tetto che lo ripara. E così comprende che non si può mai veramente possedere una casa, uno spazio ritagliato nell’infinito dell’universo, ma solo sostarvi – Non per nulla il viaggio è anzitutto un ritorno e insegna ad abitare più liberamente la propria casa.”

Molte cose cadono, quando si viaggia; certezze, valori, sentimenti, aspettative che si perdono per strada – la strada è dura, ma anche buona maestra.

L’infinito viaggiare – Breve recensione

Il libro di Magris è composto da diversi brevi racconti che narrano le sue esperienze di viaggio. Luoghi, culture e persone che lo hanno cambiato profondamente.
Leggendo il libro si ha l’impressione che più Magris ci porta lontano, maggiormente ci collega ad una parte vicina ed intima del nostro io: uno sguardo alla propria esistenza, al mondo, e al significato del viaggio.

Ti invitiamo a leggere molti altri libri che parlano del significato del viaggiare. In particolare ti segnaliamo Il libro di Luigi Nacci: Alzati e cammina

Leave a Comment