libro per riconoscere funghi

Libro per riconoscere i funghi

In Uncategorized by moderatoreLeave a Comment

Se siete alla ricerca di un buon manuale di micologia ci sentiamo di consigliarvi due guide specifiche molto valide e ben curate nei dettagli.
Probabilmente avete una passione per il camminare nei boschi e molte volte avete avuto la tentazione di raccogliere dei funghi. Forse avete rinunciato per la paura di sbagliare. In effetti il rischio di confondersi è alto, molte specie infatti si somigliano molto. Prendiamo come esempio il comune prataiolo: è molto simile ad uno dei funghi più velenosi presenti in circolazione.

2 libri per riconoscere i funghi

Tutto funghi: Cercarli, riconoscerli e raccoglierli

È uno dei libri sui funghi più esaustivi e completi. Un manuale che non solo vi aiuterà a riconoscere e raccogliere i funghi in sicurezza, ma vi regalerà tanti consigli utili, curiosità e informazioni.
Con oltre 200 schede illustrative, per ogni specie viene descritta la morfologia, la commestibilità, la stagione e i luoghi dove potete trovarli. In Italia ed in Europa esistono innumerevoli varietà di funghi, anche con differenti stagionalità. Proprio per questo motivo, il manuale per riconoscere i funghi è bene portarlo sempre con sé durante ogni vostra scampagnata. Il libro, dotato di copertina rigida si compone di ben 352 pagine. Molto interessante è la parte in cui si parla dei veleni e delle tossine contenute in alcune specie. Grazie alle dimensioni ristrette, il libro è facilmente trasportabile, per contro le foto sono necessariamente un po’ piccole.

Libro – Come riconoscere i funghi

manuale di micologiaQuesto splendido manuale per il riconoscimento dei funghi, è corredato di fotografie molto ben definite per identificare le varie specie in sicurezza. Inoltre vi sono anche molti consigli per ricette gustose, deliziosi piatti da preparare una volta che avrete avuto successo nella vostra raccolta.

Il libro dotato di copertina flessibile si compone di 44 pagine.

Normativa per la raccolta dei funghi

Vi ricordiamo che la legge disciplina la materia della raccolta e la commercializzazione dei funghi. Si consiglia di prendere visione delle normative regionali che disciplinano la raccolta dei funghi epigei freschi e conservati. I funghi raccolti possono essere portati per un controllo negli uffici di igiene pubblica (ASP). Si consiglia di informarsi preventivamente riguardo gli orari di apertura.

Cosa dovrebbe inoltre insegnare un manuale di micologia?

Senz’altro il rispetto per la natura e il bosco. Non danneggiare le piante che talvolta ospitano i funghi, non utilizzare attrezzatura varia se non le proprie mani. Inoltre ricordatevi di prestare attenzione alle asperità del terreno, e se potete, non recatevi mai nel bosco da soli.
Buona raccolta a tutti!!

Leave a Comment