categoria: Le autobiografie più belle di sempre

'

Il castello di vetro (by Jeannette Walls)

Il castello di vetro (by Jeannette Walls)
4 (80%) 1 vote

 

Il castello di vetroIl Castello di vetro (titolo originale Glass Castle), è un romanzo autobiografico scritto da una brillante giornalista americana. È un libro davvero sorprendente, un inno alla resilienza e al riscatto. È un tuffo che ci inabissa nelle dinamiche di una famiglia eccentrica e profondamente disfunzionale, ma stimolante e vibrante in modo univoco.

È un racconto di una famiglia a dir poco particolare.

La storia narrata

Quando era sobrio, il geniale e carismatico padre di Jeannette catturava l’immaginazione dei suoi figli, insegnando loro elementi di fisica, di geologia e soprattutto come affrontare la vita senza paura. Ma quando beveva si trasformava in un uomo meschino e distruttivo. Sua madre, insegnante ed artista, era uno spirito libero che rigettava l’idea della casa e della famiglia. Quella “non mamma” non voleva in alcun modo avere la responsabilità di crescerne una.
I due bambini dovettero imparare a prendersi cura a vicenda, imparando a vestirsi e a nutrirsi.

Un prezioso insegnamento

L’apparentemente diseducativa condotta dei due genitori, risulta utile ai due ragazzi ad abbandonare tutte quelle condotte socialmente imposte, quella serie di schemi rigidi che ti fanno allineare alla massa ed inibiscono la fantasia. Quei due ragazzi, liberi da opprimenti dogmi sociali, percorreranno le proprie rispettive strade con successo.  Il merito è anche un po’ di quei pazzi genitori, che  hanno insegnato loro a pensare e vivere in libertà.

The Glass Castle è davvero stupefacente – un ricordo permeato dall’amore intenso di una famiglia surreale ma leale.
Se ti piace Il Castello di vetro ti consigliamo inoltre questo libro autobiografico.

Einstein. La sua vita, il suo universo

Einstein. La sua vita, il suo universo
Il tuo voto

Una tra le più belle biografie

biografie da leggere

Tanti sono i libri da leggere sullo scienziato più famoso di tutti i tempi, ma il libro che vogliamo consigliarvi, è sicuramente una delle  migliori biografie di sempre. Walter Isaacson presenta nel suo libro una delle menti più eccelse che il genere umano abbia conosciuto.

Nel 2005 astronomi e cosmologi celebrarono i cento anni di anniversario di quello che può essere definito il loro anno mirabilis: il 1905. Questo fu l’anno in cui Einstein pubblicò il suo trattato più famoso, che conteneva per altro la sua equazione più nota: E= M c². Un breve ma strabiliante libro che cambiò la comprensione del mondo attorno a noi.

In questa splendida biografia, Walter Isaacson ci presenta sublimemente l’Einstein uomo e scienziato.
Basandosi sulle ultime lettere personali di Einstein, l’autore ci presenta questo visionario ed impertinente impiegato, un padre imperfetto ed un marito da evitare. Einstein fu ribelle ed anticonformista già da bambino, ma furono proprio queste sue peculiari caratteristiche che forgiarono il suo carattere e il futuro rapporto con la scienza.

Secondo l’autore, non dobbiamo soffermarci unicamente all’Einstein eminente scienziato, ma dobbiamo conoscerlo nella sua interezza, scoprendone il suo lato anticonformista ed eccentrico.

L’autore sembra volerci insegnare, che proprio grazie a alla sua immaginazione ed allo stretto rapporto che egli aveva con la natura, Eistein diede vita alla riforma scientifica più importante della storia. Una grande lezione di vita e resilienza,  che ci arriva da un uomo che ora viene considerato un genio, ma che da piccolo veniva reputato stupido dai suoi professori. Per questo possiamo considerare questo libro non solo come una biografia eccezionale, ma un libro motivazionale molto consigliato da leggere.

Se vi piace la scienza vi invitiamo a leggere La chiave segreta per l’universo (di Stephen Hawking).

 

Io so perché canta l’uccello in gabbia

Io so perché canta l’uccello in gabbia
5 (100%) 2 votes

Io so perché canta l’uccello in gabbia
(By Maya Angelou)

 

 

 

 

 

 

 

 

Una bella autobiografia ha sempre una morale. Che si tratti di una storia d’amore, di successo o di sventura, ogni biografia insegna al lettore. Apprendere come queste persone straordinarie hanno superato le loro paure, i loro problemi ed hanno forgiato le loro esistenze e quelle altrui, diventa fonte di grande ispirazione. Un’ autobiografia è il ritratto di una vita. Sono libri che insegnano a vivere, narrano di uomini e donne speciali che il sentiero della vita lo hanno già percorso.
Leggili, impara da essi, e ritorna da loro.

Gli uccellini in gabbia cinguettano per la libertà, cosi scrive Maya Angelau. Un pensiero ricorrente in questo libro, in cui la protagonista esplora la lotta interiore per liberarsi dal razzismo e dalla misogenia.

Poetico e potente, questo libro autobiografico toccherà i cuori e le menti dei suoi lettori.

 

La storia in breve

Il senso di abbandono e sconforto pervade l’infanzia di Maya. A causa del matrimonio in crisi dei loro genitori, Marguerite e il suo fratellino vengono mandati a vivere in piccolo paese dell’Arkansas. Sul loro polso un braccialetto riporta la scritta: consegnare a colui di competenza. Qui vengono presi in affidamento dalla nonna e dallo zio, che gestiscono un piccolo emporio. Nel piccolo paese del sud, le persone di colore vivono un’esistenza fatta di soprusi ed angherie. Ci troviamo negli anni del kkk e della segregazione razziale, Le violenze fisiche e psicologiche che la piccola Maya subisce causano un segno indelebile che influenzeranno la sua vita.

Tuttavia, l’esistenza di Maya, sebbene cosi struggente e reale, si presenterà nel libro come una storia di rinascita personale e di speranza. Il rispetto per se stessa, il suo spirito forte e ritrovato le permetteranno di essere una donna libera e rinnovata.
La fragile ragazza di colore, vittima di razzismo e del suo complesso di inferiorità, ci porta per mano e ci insegna come sia riuscita a trasformarsi in una donna di immensa dignità e forza.

Un libro di successo

Fu pubblicato la prima volta nel 1969. (Titolo originale I know why caged bird sing).
L’autrice Maya Angelou (1928-2014) ha rivevuto dal Presidente degli Stati Uniti la medaglia per la libertà, la più alta onorificenza civile dello stato. Spesso, a causa dello stile di scrittura, viene descritto dalla critica come un romanzo autobiografico, ma i fatti descritti sono totalmente reali. Il libro, a causa della vivida descrizione delle scene di violenza è stato talvolta bandito da alcune scuole e librerie degli Stati Uniti.

Ti invitiamo a prendere visione di altri libri consigliati da leggere.

Lungo cammino verso la libertà (Nelson Mandela)

Lungo cammino verso la libertà (Nelson Mandela)
5 (100%) 1 vote

Lungo cammino verso la libertà
(Autobiografia di Nelson Mandela)

 

 

Lungo cammino verso la libertà è un’autobiografia illuminante. Nelson Mandela ci insegna che con la determinazione, il coraggio e la voglia di continuare a sognare, ogni obbiettivo diventa raggiungibile.

 

Questo libro è una fonte di ispirazione incredibile. Il racconto di una vita vissuta all’altezza dei propri sogni.

Lungo cammino per la libertà, ci descrive la lotta del movimento anti apartheid dal punto di vista di uno dei suoi maggiori partecipanti. Nelson Mandela ci accompagna nella storia della sua vita, dalla sua giovinezza fino a diventare un rivoluzionario per la libertà, passando ai suoi 27 anni passati in prigione. Questo suo straordinario impegno creò le basi per la costruzione di un nuovo democratico Sud Africa. Mandela inizia il libro descrivendo la sua infanzia, per poi descriverci i suoi anni di brillante studente.

Mandela si spostò da ragazzo a Johannesburg e divenne un membro attivo dell’ANC, iniziando cosi a lottare per i diritti delle persone di colore. In breve diventò il leader del settore giovanile del movimento, che era caratterizzato da idee più radicali.
Il Sud Africa visse il suo periodo più cupo quando nel 1948, il partito nazionale vinse le elezioni. Le leggi raziali furono intensificate creando di fatto l’apartheid, che letteralmente significa separazione. Le leggi approvate ponevano la minoranza bianca in una posizione di privilegio e potere, le relazioni interazziali furono poste fuori legge. Le privazioni che le persone di colore furono costrette a subire furono enormi, in ogni aspetto della lora vita. Mandela ed altri volontari violarono pacificamente le leggi, opponendosi all’apartheid. Queste coraggiose azioni guadagnarono l’attenzione e la simpatia di numerosi sudafricani bianchi, attirando inoltre l’attenzione del resto del mondo.

Il Mandela ottimista

Nelson Mandela rimase sempre ottimista e convinto di poter creare una società equa e giusta, dove bianchi che neri possano godere degli stessi diritti e privilegi. Egli riconosceva negli  stessi oppressori delle vittime, che avrebbero dovuto essere liberati esattamente come gli oppressi, perché intrappolati in un mondo di odio e diffidenza. Mandela disse inoltre: nessun essere umano nasce odiando un altro uomo, gli viene insegnato a farlo, ma cosi come ha imparato ad odiare, imparerà anche ad amare. Mai perse la determinazione e la volontà di portare a termine il suo sogno, nemmeno nei lunghi anni di prigionia. Mandela disse: possono portarmi via tutto, ma i miei pensieri e i miei sogni appartengono solo a me, solo io li controllo e mai rinuncerò ad averli.

Vi invitiamo a prendere visione di altri libri da leggere assolutamente nella vita

Biografia di Muhammad Ali

Biografia di Muhammad Ali
5 (100%) 1 vote

Impossibile è niente
(By Thomas Hauser)

Un libro magnifico, la biografia dell’ uomo sportivo più famoso di sempre, colui che per generazioni a venire sarà fonte di ispirazione e motivazione. La vita di Muhammed Ali, il pugile più famoso di sempre.

“Impossibile è una parola pronunciata da piccoli uomini che pensano sia più facile vivere nel mondo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiare il proprio destino. Impossibile non è un dato di fatto ma un’opinione, impossibile non esiste”(Muhammed Ali)

È nelle parole di oltre duecento conoscenti del campione, che nasce questo splendido ritratto di uno degli uomini più famosi e rispettati di sempre. Questo libro ci permette di  conoscere non solo il leggendario campioni di boxe, ma la vita di un uomo profondo e compassionevole, con una determinazione e una resilienza strabilianti.

 Muhammed Ali e la boxe

L’approccio alla box di Alì (al tempo Cassius Clay) fu casuale e leggendario. Entrò in una palestra per imparare a difendersi da coloro che gli avevano rubato la bicicletta. Aveva 11 anni. Il suo energico temperamento e la sua forza d’animo lo autoconvinsero che da li a non molto sarebbe diventato un grande campione. A soli 18 anni vinse la prima medaglia d’oro alle olimpiadi di Roma del 1960. Da li a poco divenne una leggenda dello sport mondiale.

Un campione nella vita

Muhammed Ali è un’icona per molti, per alcuni simboleggia l’orgoglio nero, per altri è un apostata che ha rinnegato la sua religione, per moltissimi un simbolo di caparbietà e forza interiore. Il suo rifiuto di combattere in Vietnam gli costò la medaglia doro e una sentenza a cinque anni di prigione. Divenne un simbolo per moltissimi ragazzi degli anni 60. “Nessun vietcong mi ha mai chiamato negro” dichiarò il campione.

Leggendo questo libro non potremo che essere pervasi da una carica motivazionale fortissima.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi