L'amico ritrovato Fred Uhlman

L’amico ritrovato – Fred Uhlman – Libro

In Libri da leggere assolutamente nella vita by moderatoreLeave a Comment

L’amico ritrovato (Titolo originale: Reunion) è un libro molto bello, una storia di candida devozione e imperitura amicizia. Scritto da Fred Uhlman in tarda età, il racconto ha cominciato a godere della notorietà che merita solo in tempi relativamente recenti.
L’amico ritrovato è ambientato nella Germania nazista, ma non bisogna trarre facili conclusioni; le atrocità della guerra e la persecuzione degli ebrei vengono di proposito emarginate dallo scrittore. Esse vengono delegate alla conoscenza e alla coscienza del singolo lettore. È un libro molto audace e commovente, magnificamente scritto ed esente da retorica e pietismo.
L’amico ritrovato è uno stupendo romanzo formativo e di crescita individuale

L’amicizia, indebolita dagli eventi e dalla storia, può comunque sopravvivere al tempo e allo spazio. È quel sentimento d’amore tanto forte da trascendere l’assurdità dei comportamenti umani.

L’amico ritrovato –  Breve riassunto

Anno 1932. In una scuola esclusiva, riservata a ragazzi benestanti, la tranquillità viene rotta dall’arrivo di un nuovo studente. Si chiama Konradine ed è un ragazzo di nobile famiglia. Hans è un altro alunno della medesima classe, figlio di un famoso medico di origine ebrea. Hans è un ragazzo malinconico e solitario, preferisce la compagnia delle buone letture piuttosto che quella degli altri compagni, che a suo dire non hanno con lui niente in comune.

Il giovane rimane immediatamente affascinato dalla personalità di Konradine. Il nuovo arrivato, mantiene inizialmente un comportamento distaccato, solo dopo un certo tempo tra i due comincerà a crearsi una profonda amicizia. I ragazzi sentono di aver molto in comune, hanno molteplici interessi condivisi, fanno profonde conversazioni e lunghe camminate. Discutono di poesie, delle loro paure e dei loro sogni. Parlano di Dio, della vita e della morte, si dilungano in discorsi profondi ed intellettuali che normalmente i ragazzi non fanno. Il giovane Hans pensa che il suo isolamento sociale è finalmente terminato.

L’unica ambiguità nel loro rapporto è relativa all’atteggiamento di Konradin in certe circostanze: egli invita il suo amico a casa propria solo quando i genitori sono assenti. Una sera, in una particolare occasione, finge addirittura di non vedere l’amico.

Quando Hans chiede spiegazioni  a Konradin, egli spiega che i genitori sono dei simpatizzanti di Hitler e delle sue idee. Non vogliono che loro figlio frequenti ragazzi ebrei. Ben presto antisemitismo e pregiudizi si diffondono anche a scuola. Perfino Konradine, inizialmente indifferente alla ideologia nazista subirà un certo fascino per il leader nazista. I genitori di Hans decidono di mandarlo in America da alcuni parenti.

Pochi giorni dopo a casa di Hans

Un giorno un nazista ricevette l’incarico di piazzarsi fuori dalla porta dello studio di mio padre con un cartello su cui era scritto: “Tedeschi, attenti. Evitate gli ebrei. Chiunque avrà a che fare con un ebreo sarà rovinato.” Mio padre, allora, indossò l’uniforme da ufficiale, vi appuntò tutte le sue decorazioni, tra cui la Croce di Ferro di prima classe, e andò a mettersi di fianco al nazista. Questi aveva l’aria sempre più imbarazzata, mentre, pian piano si radunava attorno a loro una piccola folla. All’inizio la gente rimase in silenzio, ma, man mano che il numero dei presenti cresceva, cominciarono a udirsi dei borbottii che si trasformarono ben presto in grida di scherno. L’ostilità era diretta al nazista tanto che questi, poco dopo, pensò bene di andarsene, Non tornò più, né fu sostituito. Trascorsi alcuni giorni, mentre mia madre dormiva, papà aprì il gas.

Anni dopo in America

Anni dopo Hans riceve una lettera. In essa una rivelazione che lo proietterà indietro nel tempo, in un passato che ormai è lontano. Al lettore il regalo di uno straordinario epilogo.

L’amico ritrovato – Stile narrativo

Il romanzo è molto breve, 92 pagine circa. La lettura è piacevole e fluente. La passione per la pittura dello scrittore si palesano anche nel suo stile narrativo, creando uno stile descrittivo peculiare. L’ambientazione del romanzo ricalca i luoghi tipici in cui lo scrittore passò la sua adolescenza. Un libro molto consigliato.

L’amico ritrovato – Fred Uhlman – Libro
5 (100%) 7 vote[s]

Leave a Comment