Homo Deus

Homo Deus (Yuval Noah Harari)

In Libri da leggere assolutamente nella vita by moderatoreLeave a Comment

Saggio storico-antropologico
Yuval Noah Harari

Dopo il successo internazionale di Homo Sapiens, Harari ritorna con un altro libro entusiasmante, originale e rivelatore. Homo Deus è una spietata intuizione sul futuro dell’umanità. 
Il genere umano è all’apice della sua potenza. Gli ultimi studi e le nuove frontiere tecnologiche fanno intravedere un uomo del futuro quasi deificato. Una sorta di reviviscenza di umanesimo, ma portata all’esasperazione, dove addirittura l’immortalità non sembra più mera fantascienza.
In Homo Deus, Harari non si sbilancia in previsioni. Il solo pensare di poter predire il futuro è pura utopia, inoltre darebbe agli uomini l’erronea convinzione di essere in controllo del proprio destino.
Secondo l’autore, l’umanità cambierà volto velocemente, l’unica cosa certa è che non saremo noi a decidere come.

Homo Deus (L’uomo dio)

Il genere umano, nel corso della sua storia è stato capace di fare cose sorprendenti. È vero che ancora si muore per malattie, guerre e fame. Ma i dati ci dicono che ormai muoiono più persone per sovranutrizione che per fame, e più di vecchiaia che per malattie. Quali saranno le nostre sfide per il futuro allora? La medicina sembra puntare a creare un uomo più possibile eterno. Gli studi sono molto avanzati e alcuni scienziati ritengono che l’immortalità potrebbe essere raggiunta nei prossimi 60-70 anni.
Un “uomo eterno” non è cosi lontano dall’istinto egoista che le leggi dell’evoluzione impongono.
Il pensiero dello scrittore è che le nuove tecnologie, la conoscenza e le forme di intelligenza alternativa, si sviluppano più velocemente della nostra coscienza e consapevolezza. La nostra illusoria capacità di controllare il mondo, avrà conseguenze che vanno aldilà della nostra comprensione e controllo.

Tecnologie, potere e controllo.

Il potere assoluto esercitato dell’uomo sul pianeta nasce dalla sua capacità di lavorare in gruppo. Senza questa capacità, Harari asserisce che l’umanità mai si sarebbe evoluta come la conosciamo.

Ma l’uomo e mai stato davvero libero? Il libero arbitrio è un concetto astratto e illusorio? Harari, per dare uno scorcio su un possibile futuro, volge lo sguardo al passato e ci pone degli esempi.
Un uomo in guerra, indottrinato o meno, è sicuramente a conoscenza del fatto che non è suo interesse essere li. Eppure, nella storia, anche quando intere popolazioni furono sottoposte a soprusi, i tentativi di rivolta furono limitati. Questo accadde sovente anche quando le chance di successo erano a favore. L’uomo sembra agire unicamente come un ingranaggio di un macchinario. Ma nel passato, a condurre il macchinario vi erano sempre degli uomini, in futuro potrebbe non essere più così.

In filosofia, un sistema complesso come lo sono la burocrazia e lo stato, furono definiti un meccanismo già secoli fa. Ovviamente recandoci in pubblico ufficio, troveremo una persona allo sportello, più o meno simpatica, con i suoi sentimenti o inclinazioni. Tuttavia il suo operare è definito da numeri e regole..

Il problema è che la tecnologia si sta evolvendo e i governi non riescono a tenere il passo. Perfino il concetto di stato potrebbe risultare superato.
Ad esempio: avete mai la sensazione che i i politici adeguino la loro agenda politica  in base a ciò che diventa virale nei social? Ebbene quello che succede sul web è determinato da algoritmi e dati sconosciuti alla massa, che talvolta mutano autonomamente. Qualcuno ha già coniato un termine esplicativo: è l’era del dataismo.

Homo Deus – Quale futuro?

Pensiamo di poter essere elettori rappresentati, dei consumatori consapevoli e degli amanti che cercano l’anima gemella a seconda delle proprie inclinazioni. Ora fate caso ad un bambino, incantato in uno smartphone, negli anni in cui il carattere di un uomo si forma. Ebbene un dato, combinato in qualche server con un algoritmo di cui abbiamo perso il controllo,  faranno il resto. 

“L’individuo non verrà controllato dal grande fratello , il vero controllo avverà all’interno di se steso.” (Yuval Noah Harari)

Un libro da leggere molto consigliato

Ti consigliamo di leggere la recensione del libro 1984 di George Orwell e la recensione del libro Ishmael (Daniel Quinn) 

Homo Deus (Yuval Noah Harari)
5 (100%) 3 vote[s]

Leave a Comment